Forme terapeutiche farmacologiche

Non sempre quando viene formulata la diagnosi di malattia di Parkinson occorre iniziare subito una terapia. Medico e paziente decidono insieme quando i sintomi diventano tanto gravosi da rendere necessaria la somministrazione di farmaci. Ciò dipende tra l’altro anche dalla situazione professionale, sociale o strettamente personale del malato.

Spetta ai medici curanti (nel caso ideale un neurologo in collaborazione con il medico di famiglia) stabilire individualmente per ciascun paziente – alla luce della sintomatologia e della sua intensità – quali farmaci o combinazioni di farmaci, e in quale posologia, occorre prescrivere.

Di norma la terapia farmacologica viene avviata lentamente e a piccole dosi, poiché non tutti i pazienti denotano la stessa reazione a un determinato medicamento, e in alcuni si manifestano addirittura segni di intolleranza (ad es. allergie o gravi effetti secondari). Una terapia farmacologica efficace è il risultato di una collaborazione intensa fra medico e paziente. Si consiglia inoltre di tenere un „diario del trattamento“: più informazioni si raccolgono per il medico, meglio è.

I farmaci o i gruppi di farmaci enumerati qui di seguito sono attualmente disponibili in Svizzera.
Attenzione: questi farmaci hanno nomi diversi a dipendenza del paese, anche se contengono gli stessi principi attivi. Taluni farmaci antiparkinsoniani non sono ammessi in tutti i paesi.

Levodopa (abbreviato: L-Dopa)

  • Preparati contenenti L-Dopa:
    Madopar®
    Sinemet®
    Stalevo® (Sinemet + Entacapon)
    Duodopa® (L-Dopa + Carbidopa Gel)

  • Preparati a base di L-Dopa a lento rilascio:
    Madopar®DR
    Sinemet®CR

  • Preparati a base di L-Dopa solubile all'acqua:
    Madopar®Liq

Inibitori delle COMT

  • Entacapone (nome del farmaco: Comtan®)
  • Tolcapon (nome del farmaco: Tasmar®): indicazione limitata

Importante: gli inibitori delle COMT devono sempre essere combinati con L-Dopa

Agonisti della dopamina

  • Apomorfina
  • Bromocriptina (nome del farmaco: Parlodel®)
  • Cabergolina (nome del farmaco: Cabaser®)
  • Diidroergocriptina (nome del farmaco: Cripar®)
  • Pergolide (nome del farmaco: Permax®)
  • Pramipexolo (nome del farmaco: Sifrol®)
  • Ropinirolo (nome del farmaco: Requip®)
  • Rotigotina (nome del farmaco: Neupro®)

Importante: i farmaci di prima scelta sono Pramipexolo, Ropinirolo e Rotigotina

Anticolinergici

  • Biperidene (nome del farmaco: Akineton®)
  • Prociclidina (nome del farmaco: Kemadrin®)

Antagonista del glutammato

  • Amantadina (nome del farmaco: PK-Merz®, Symmetrel®)

Inibitori delle MAO-B

  • Selegilina (nome del farmaco: Jumexal®, Selegilin-Helvepharm®, Selegilin-Mepha®)
  • Rasagilina (nome del farmaco: Azilect®)
  • Safinamid (nome del farmaco: Xadago®)

Tutti i farmaci hanno delle controindicazioni e non possono essere combinati a volontà. Per questa ragione, la terapia deve avvenire sotto la vigilanza di un medico esperto che in caso di necessità provvede ad adattarla.

Importante: informi sempre il suo medico a riguardo dei medicamenti che assume. Per far fronte a eventuali casi d’emergenza, è importante che lei porti sempre con sé un documento che fornisce indicazioni circa la terapia farmacologia a cui si sta sottoponendo (ad es. il certificato per casi di emergenza ottenibile presso Parkinson Svizzera).

Attenzione: si tenga alla larga dal commercio di medicamenti in Internet. In Svizzera esistono tuttavia farmacie per corrispondenza di indubbia serietà presso le quali può valere la pena di acquistare regolarmente i farmaci necessari. Chieda al suo medico!

Rivista Parkinson

La rivista Parkinson – che appare quattro volte all’anno – informa in merito alle manifestazioni e alle attività di Parkinson Svizzera. In aggiunta a ciò, nella rivista potete leggere le ultime notizie riguardanti le tematiche diagnosi, terapia & cura, ricerca e vita quotidiana. L’offerta di Parkinson è completata da consigli concernenti attività e mezzi ausiliari di vario genere, dall’agenda e dalla rubrica di consulenza curata dai medici del Consiglio peritale.