Attualità

07 August 2019

Consulenza: Fattori scatenanti delle sindromi di Parkinson

Nuova domanda: Quali sono i farmaci che, stando allo studio, causano il 43,4% dei parkinsonismi non degenerativi?


Ho una domanda a proposito dell’articolo «Prevalenza della malattia di Parkinson» (rivista Parkinson n. 132, p. 39, rubrica Ricerca). Quali sono i farmaci che, stando allo studio, causano il 43,4% dei parkinsonismi non degenerativi?Lo sviluppo di sintomi parkinsoniani è riconducibile a diversi gruppi di farmaci. Quelli che causano più spesso e con maggiore intensità sintomi di questo tipo sono i cosiddetti neurolettici. Di regola questi farmaci sono utilizzati per le psicosi e le allucinazioni in presenza di malattie psichiatriche come la schizofrenia, ma non di rado vengono somministrati anche ad anziani residenti in case di cura allo scopo di calmarli. I neurolettici sono contenuti pure in diversi ansiolitici (ad es. Deanxit®). Fatta eccezione per i due principi attivi clozapina e quetiapina, i neurolettici vanno evitati in caso di Parkinson: essi possono infatti aggravare i sintomi parkinsoniani per settimane, ossia fino a quando i recettori dopaminergici bloccati si rigenerano.Un altro gruppo di farmaci in grado di provocare sintomi parkinsoniani è quello dei rimedi contro le vertigini. Per finire, bisogna tenere conto di questo effetto secondario anche nel caso di farmaci antinausea (ad es. Metoclopramid) e antiepilettici (ad es. Valproat).

(Risposta dal Prof. Dr. med. Stephan Bohlhalter)

Altre domande e risposte trovate qui